Crea sito

Galleria di Anna Casu


Welcome to annacasu gallery

Galleria di Anna Casu | Mostre e recensioni

Anna Casu: una donna nell'arte

Pittrice per vocazione, entusiasta e istintiva

di Principia Bruna Rosco

(Mi-lorenteggio.com) Milano, 14 aprile 2013 - Il successo della Casu in un campo dove la donna artista è spesso non considerata e dimenticata. 
Conosco da moltissimi anni l'artista Anna Casu. C'è stato un pugno di anni che ci hanno divise per poi ritrovarci a percorrere le stesse strade. Sono intervenuta in molte sue esposizioni artistiche di successo, un successo meritato in un campo dove, in passato, la donna artista era spesso non considerata e dimenticata. Oggi l'approccio della donna nell'arte è cambiato, anzi, c'è stata l'esplosione della donna nell'arte, che è la location storica che fa da sfondo ad Anna Casu.  Quando la si conosce, si capisce subito di avere a che fare con un artista il cui pensiero è rimasto libero senza tante teorie, che a volte castrano la creatività. Quello che colpisce delle sue opere è il sogno e la speranza che vi imprime e che riempiono la sua storia. Esse sono realizzate con acrilici, pastelli colorati, gessetti e l'acquerello, nelle quali si esprime in modo immediato ed istintivo, vi mette tutta l'energia delle sue tecniche cromatiche e s'immerge nel formativo mondo pittorico pronto a celebrare l'universo femminile.  Anna Casu, pittrice per vocazione, entusiasta e istintiva. Dopo aver frequentato per qualche anno il Liceo Artistico di Brera a Milano, ha continuato da autodidatta a coltivare questa passione senza mai fermarsi. Ha sperimentato una forma di meditazione e mediazione in cui rivive le emozioni delle immagini impresse nella sua anima durante i suoi viaggi in giro per il mondo e che, poi, mette di getto sulla tela. I bambini sono i suoi soggetti preferiti che fanno emergere la donna artista intrisa dei profumi dell'Africa. Quindi, l'Africa è la voce narrante del suo pensiero che dà rilievo all'evoluzione della sua personalità nella quale affiora una ricchezza culturale straordinariamente piena di spessore e vigore. Anna Casu, ha contraddistinto il suo destino dedicando con passione la sua vita all'arte, porta in essere una pittura impregnata di realtà che, in maniera esplicita, guarda alla realtà. 

Di se stessa dice: "L'arte mi ha presa fin da piccola. Sono convinta che il ruolo fondamentale dell'arte sia quello di comunicare. Io lo faccio attraverso i colori e non attraverso la sola tecnica. Per me conta lo spirito che c'è dietro e il coraggio di mostrarsi e il cuore che ci metti. Sono un'artista che vuole tranquillamente arrivare al cuore di tutti, con opere che possono essere capite da tutti, perché l'arte deve essere profumo forte, penetrante e non deve appartenere solo ad un'elite". 

Le sue opere, dunque, hanno un forte legame con l'Africa, che diventa la luce nel mistero della vita. Ama più di tutto raffigurare bambini e donne, perché la madre è l'esempio per eccellenza dell'amore. Infatti, le sue creazioni sono belle, morbide, calde e colorate colme di straordinaria valenza artistica. 

E' indubbio che lei ama la bellezza, ama l'arte nella sua più intima e originaria ragion d'essere. La bellezza data all'oggetto relazionato, è la ragione estetica e il suo modus essendi dell'arte del nostro tempo. La sua è disciplina dello spirito avvertita come una risorsa delle avanguardie e coincide con le attese di una genuina vocazione all'arte contemporanea. Un'arte che assume lo spessore dichiarato di un mondo con l'aura piena di valore e senso, è un'assoluta evoluzione da riparo alla bellezza da troppo tempo bistrattata e che lei richiama in vita per esprimere un mondo interiore e gli ideali dell'epoca in cui viviamo. 

Il suo amore per l'arte è alla base della sua intuizione artistica. E' un amore sincero, con dialoghi stupendi in funzione del camminare verso nuove strade per imparare a conoscere una propria sostanziale identità senza mutare se stessa.

Principia Bruna Rosco

Nei locali della BNL – Gruppo BNP PARIBAS – Ag. 11  - Via Pantano 2 – Milano

                                Il 19 dicembre 2015 si terrà una Mostra di Pittura                              

                            "UNO SGUARDO PER TELETHON"                                           delle artiste

                         PRINCIPIA BRUNA ROSCO e  ANNA CASU (ANNIKA)

                Durante l'evento si presenteranno i libri di Nicolò e Salvatore Licata.                           

                 In questa occasione, la BNL - Gruppo BNP PARIBAS

                      aprirà straordinariamente i suoi sportelli dalle 10,00 alle 19,00.

Questa è un’importante maratona a sostegno della ricerca della Fondazione Telethon per la cura delle malattie genetiche rare, una causa che merita tutta la nostra disponibilità.            Il ricavato delle opere in vendita sarà devoluto in favore della Fondazione TELETHON.        

             PROGRAMMA

-        Alle ore 10,00 apertura della Mostra di Principia Bruna Rosco e Anna Casu (Annika);-        ore 16,30 presentazione del libro  di Salvatore Licata;

-        ore 17,00 presentazione del libro di Nicolò Licata;

-        Ore 17,30 presentazione della Mostra di pittura delle artiste Principia Bruna Rosco e Anna Casu (Annika) a cura del Direttore dott. Sandro Spadaro.                                  

          

               Principia Bruna Rosco                                       

La pittrice-scrittrice Principia Bruna Rosco, d’origine lucana, vive e lavora tra Milano e Barrea nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Inizia a dipingere giovanissima negli studi dei maestri Schifano e Brindisi con i quali sviluppa una notevole affinità artistica. Abbeverata della pittura di questi grandi maestri, nel corso degli anni ha saputo "stravolgere" ed inventare un modo del tutto personale ed originale di fare arte. Fin da piccola, mostra una predisposizione alle materie artistiche, partecipando ad estemporanee, esposizioni all'aperto e concorsi. Nel 1971 approda alle famose opere a carattere concettuale conferendo alle stesse profondità e matericità. La Rosco è di formazione moderna, pertanto, non è abituata a disegnare e ridisegnare, vuole che la sua pittura sia libera, perciò, accostata al soggetto, preferisce lasciar fluire le emozioni e scoprire, passo dopo passo, il realizzando per un risultato finale spontaneo e pittorico. Le opere sono prevalentemente tele di notevoli dimensioni, dipinte con grandi gesti, dove il pigmento allo stato puro viene esaltato dal colore che viene usato come mezzo espressivo, diventando, alle volte, inquietante.

Dalla sua anima artistica sprigiona un’inesauribile energia nella quale riaffiora lo spirito del pittore, del poeta e dello scrittore che la caratterizza nel campo dell’arte a largo spettro, pertanto,il nuovo millennio segna anche l’incontro con la scrittura e con la pubblicazione di diversi libri, tra questi: due libri poesie "VORREI" e CONOSCERE IL VENTO, quattro romanzi "PETRA - La Donna del Vento", LA RAGIONE DEL DESTINO, L'INCURSORE e KAMIKAZE.                      

                     

                       

                   NOTE ARTISTICHE DI ANNA CASU (ANNIKA)

      

                            Anna Casu    (Annika)

                       

Anna Casu in arte Annika, pittrice per vocazione, artista entusiasta e istintiva, di origini sarde. Le sue opere rispecchiano il sogno e la speranza che riempiono la sua storia. Esse sono realizzate con olio, acrilici, pastelli colorati, gessetti e l'acquerello, nelle quali vi mette tutta l'energia per celebrare l'universo femminile. Nelle sue opere ha sperimentato una forma di meditazione e mediazione in cui rivive le emozioni delle immagini impresse nella sua anima durante i suoi viaggi in giro per il mondo e che, poi, mette di getto sulla tela. L'Africa è la voce narrante del suo pensiero che dà rilievo all'evoluzione della sua personalità nella quale affiora una ricchezza culturale straordinariamente piena di spessore e vigore. Ma l'astratto è la porta della creazione. Le sue sensazioni le traduce in cascate di colori. Il flusso creativo la libera anche della più recondita tensione che esiste in lei!  Per Anna Casu anche la musica ha un ruolo molto importante, quando entra in sintonia con essa, allora succede che non esiste più sul piano fisico e crea motivi che riconosce solo dopo aver terminato.  E' un'artista convinta che il ruolo fondamentale dell'arte sia quello di comunicare ma ritiene anche che deve essere disciplina dello spirito da riparo alla bellezza da troppo tempo bistrattata e che lei richiama in vita per esprimere un mondo interiore e gli ideali dell'epoca in cui viviamo.Alla base della sua forma artistica è un amore sincero verso l'Umanità.

 

Recensione giugno 2019 del dott. Di Matteo Pasquale

di  Pasquale Di Matteo, Critico d’Arte.
L’Arte di Annika, pseudonimo di Anna Casu, è un’espressione emozionale che vede nei bambini il soggetto preferito nelle figurazioni, caratterizzate da sguardi enigmatici che raccontano le sensazioni dei soggetti ritratti, in simbiosi con l’ambiente circostante e il loro tempo.
Negli ultimi anni, Annika è stata rapita dalla pittura informale, ma non cambiano le tematiche attente alla società, ai più deboli e alle disparità sociali nelle diverse regioni del mondo.
Co una base di studi artistici alle spalle, Annika si esprime attraverso diverse tecniche, privilegiando acrilici e colori ad olio, e la sua Arte ha una forte componente inconscia, da cui l’artista si la scia trasportare per dare libero sfogo alle emozioni dell’anima.
Nelle opere di Anna Casu, si esalta il dualismo  uomo-animale, laddove le farfalle, che spesso si ritrovano sulle sue tele, declinano la speranza che agita l’animo dell’artista.
Infatti, la farfalla è uno dei simboli della rinascita e Annika sembra accomunare questo splendido esemplare di essere vivente al corpo dell’uomo, auspicando che, proprio come una crisalide, anche il corpo umano possa ambire ad evolversi in qualcosa di migliore.
Le opera di Annika, perciò, sono messaggi da interpretare in chiave spirituale, in cui l’artista esprime sottoforma di rebus emozionali il suo tifo per il bene, nella perenne lotta contro il male.
Anche nella sua espressione astratta, Annika testimonia un viscerale amore per la natura e per gli esseri viventi, regalandoci opere in cui spesso si ritrova l’acqua per protagonista, elemento che più di ogni altro è indispensabile alla vita.
Quella di Annika, dunque, è un’Arte aperta al cambiamento, in cui l’amore per la vita e per gli esseri viventi è il filo conduttore di tutte le sue opere.

 

I colori che più di altri si affermano nell’Arte di Annika sono il blu e il bianco, declinati nelle loro più varie sfumature, elemento che rimarca con prepotenza l’aspetto inconscio ed emozionale della pittura di Anna Casu, nonché la voglia di cambiamento e l’amore per la vita.

 

Commenti (0)